PELLE SECCA: partiamo dalla funzionalità renale, epatica ed intestinale.

11.01.2017 12:38

LO STATO DI IDRATAZIONE DELLA PELLE RIFLETTE LE CONDIZIONI GENERALI DEL NOSTRO ORGANISMO.

Può capitare infatti ,che la nostra cute sia secca e screpolata e il tutto, oltre che dalla stagione in cui ci troviamo, può dipendere anche dalle sostanze nutritive che riusciamo o non riusciamo ad apportare al nostro organismo attraverso la dieta. La pelle secca non si combatte sono con creme e oli ma anche a tavola.

Un’ epidermide secca e disidratata ha l’ aspetto del cartone e, spesso, è anche screpolata e ruvida al tatto.  Le cause: diete drastiche e fortemente squilibrate dal punto di vista nutrizionale, scarse in grassi, possono rappresentare la causa primaria di un’ epidermide svuotata, opaca e ruvida.

La salute della pelle dipende sia da fattori esterni (vento, freddo e sbalzi di temperatura tendono a disidratare la cute) ma soprattutto da fattori interni quali funzionalità epatica, renale ed intestinale. 

Digeriamo con difficoltà crea ad esempio, situazioni di congestione sanguigna in zona ventrale, cosa che implica una diminuzione delle scorte sanguigne circolanti in zona periferica ed in zona esterna. Sintomi come mani e piedi freddi sono un ammonimento in tal senso.

Qualche rimedio esterno esiste, maschere con cetrioli, buccia interna delle banane, avocado. E ancora l’olio d’oliva; usato per massaggiare la cute, l’extra vergine ne favorisce il ritorno a una naturale morbidezza e idratazione. Fondamentale è l’uso di creme idratanti arricchite di vitamina E. La vitamina E nei cosmetici svolge due importanti funzioni: a dosaggi molto bassi previene l'ossidazione di oli e burri vegetali e a dosaggi maggiori ha azione ANTIOSSIDANTE PER LA PELLE. (OTTIMO L’OLIO DI GERME DI GRANO).

Ma quello che conta davvero è trovare il giusto equilibrio alimentare, evitando la stitichezza e, nel contempo, le carenze di acqua biologica con relativi micronutrienti.

Combattere la pelle secca è senz’altro possibile tramite una corretta alimentazione e l’assunzione di cibi in grado di favorire il naturale processo di idratazione della cute:

-acidi grassi omega 3 e omega 6 presenti nel pesce, nelle mandorle, nelle noci e nell’olio. Queste sostanze nutritive rafforzano le membrane cellulari e sono utili per ridurre le perdite di acqua.

-2 litri  di acqua al giorno

-assumere la giusta quantità di frutta e verdura (MELE,CETRIOLI,POMODORI,SPINACI,ZUCCA, FINOCCHI E KIWI).

INFINE Un certo numero di studi hanno dimostrato che la vitamina D è molto importante per mantenere il giusto equilibrio dei tessuti presenti nella pelle. La mancanza di questo equilibrio “può portare a pelle rugosa e secca””

Potenzia la vitamina ‘D’ con la dieta

Oltre ad assumere vitamina D sotto forma di integratori e topici, è possibile ottenere la maggior parte del supplemento negli alimenti che mangiamo quali:

pesce azzurro, uova, succo d’arancia, yogurt e cereali integrali.
V.Ciaravolo