RITENZIONE IDRICA ED ALIMENTAZIONE- dalla prevenzione alla cura

02.01.2014 20:08

Per ritenzione idrica o idropisia, si intende la tendenza da parte dell’organismo ad accumulare i liquidi tra le cellule, a causa del malfunzionamento del sistema venoso e linfatico; è di prevalenza riscontrata tra le donne ed è in genere causata da un aumento della quantità di sodio,  con conseguente aumento di acqua extracellulare. La ritenzione idrica non va tuttavia confusa con un’ altra alterazione che riguarda i tessuti sottocutanei e il tessuto connettivale adiposo , uno squilibrio tra circolazione venosa e linfatica che determina accumulo di liquidi e tossine metaboliche negli spazi interstiziali; il che si traduce in un inestetismo cutaneo visibile in superficie e che prende il nome di “cellulite”. La ritenzione idrica, ovvero la tendenza a trattenere i liquidi, è uno dei principali fattori che possono portare alla formazione della cellulite insieme a fattori genetici, nutrizionali e metabolici (sedentarietà e scarsa attività fisica). La cura alla ritenzione idrica si basa sulla correzione delle cause che hanno dato origine al disturbo. Risulterà quindi utile praticare regolare attività fisica, abolire il fumo, ridurre l’uso del sale e di tutti gli alimenti che ne risultano ricchi (saluti e insaccati, dado da cucina, snack salati, pesci e carni conservati sotto sale, capperi, pomodori secchi, formaggi stagionati, olive in salamoia sono solo alcuni esempi di alimenti nei quali è facile riscontrare elevate quantità di sodio.); e ancora sarà fondamentale l’assunzione di 2 litri di acqua al giorno ed il consumo quotidiano di vitamine e Sali minerali sotto forma di frutta e verdura (3 porzioni di verdura e 2 di frutta), questi ultimi utili perché ricchi di vitamina C con funzione di protezione dei capillari sanguigni. E’ consigliata un’alimentazione ricca in fibre (pane, pasta e riso integrali) con lo scopo di ridurre gli episodi di stipsi ,i quali possono ostacolare il deflusso venoso a livello addominale. Ed infine esistono alcuni alimenti che, data la grande quantità di acqua che contengono e grazie anche ad alcune proprietà, aiutano l’organismo nella lotta contro la ritenzione idrica. Tre cibi con queste caratteristiche sono: l’ananas, diuretico e rinfrescante; il fico, facilmente digeribile, lassativo e diuretico; l’uva, frutto con un fantastico potere drenante.

Dr. Vincenzo Ciaravolo